Categoria Ricorso per cassazione

Documenti prodotti direttamente al CTU e ricorso per cassazione

Mirco Minardi

Nel caso deciso da Cass. 460/2021, l’attore, su autorizzazione del Giudice aveva prodotto documentazione dopo la scadenza dei termini ex art. 183 c.p.c. che erano stati utilizzati dal CTU per la redazione della relazione. Il ricorrente articola pertanto il seguente motivo di impugnazione: 3. Con il terzo motivo si denuncia “Violazione e falsa applicazione dell’art…. Continua la lettura »

Ricorso per cassazione: un caso concreto in cui sono stati ritenuti correttamente invocati gli artt. 115 e 116 c.p.c.

Mirco Minardi

Nel caso deciso da Cass. 652/2021 i giudici del merito avevano accertato l’esclusiva responsabilità, in un sinistro stradale, del conducente tamponante. Tuttavia, ad avviso di questi – ricorrente in Cassazione – anche la Corte d’appello aveva ritenuto esistenti le luci posteriori del trattore agricolo tamponato, nonostante ciò non risultasse da elementi di prova decisivi e… Continua la lettura »

Doppia conforme: ecco un caso in cui non sussiste

Mirco Minardi

L’art. 348 ter, quarto comma, c.p.c. stabilisce che “Quando l’inammissibilità è fondata sulle stesse ragioni, inerenti alle questioni di fatto, poste a base della decisione impugnata, il ricorso per cassazione di cui al comma precedente può essere proposto esclusivamente per i motivi di cui ai numeri 1), 2), 3) e 4) del primo comma dell’articolo… Continua la lettura »

L’esposizione sommaria dei fatti nel ricorso per cassazione

Mirco Minardi

L’art. 366 n. 3) c.p.c. prescrive che il ricorrente ha l’onere, a pena di inammissibilità, di curare “l’esposizione sommaria dei fatti della causa”. Tale previsione richiede che il ricorso, omettendo le indicazioni superflue e fuorvianti – specialmente nell’ambito del giudizio di cassazione, ove la S.C. è chiamata ad occuparsi solo delle questioni residuate al suo… Continua la lettura »

I rischi del “duplicato informatico” in Cassazione

Mirco Minardi

Può essere rischioso depositare in Cassazione il “duplicato informatico”, in luogo della “copia informatica”, per la semplice ragione che il primo non contiene i dati relativi alla sentenza e quindi il numero e soprattutto la data di pubblicazione (le famose scritte blu). Sicchè, in caso di produzione del duplicato può accadere che la data riportata… Continua la lettura »

Facciamo chiarezza sul vizio di omessa pronuncia nel ricorso per cassazione

Mirco Minardi

Una delle difficoltà maggiori per il novello cassazionista è quella di capire la differenza che passa tra l’omessa pronuncia su una eccezione, la carente motivazione su una eccezione e la mancata considerazione di un fatto inerente ad una eccezione. Spiegherò la differenza facendo un esempio in tema di eccezione di interruzione della prescrizione. Partiamo dal… Continua la lettura »

Emergenza Covid: dal 1° agosto 2020 in Cassazione le memorie si depositano nuovamente in cartaceo

Mirco Minardi

Con ordinanza 23184/2020 la S.C. ha affermato che dal 1° agosto 2020 è cessata la possibilità di depositare le memorie ex artt. 378, 3801bis, 380 bis, tramite PEC, atteso che in data 31.7.2020 è scaduto il protocollo con il Consiglio Nazionale Forense, nè è intervenuto il decreto del Ministro della Giustizia che preveda il deposito telematico degli atti, anche endoprocedimentali,… Continua la lettura »

Vizio di ultrapetizione e principio di autosufficienza

Mirco Minardi

Nel caso deciso da Cass. 26191/2020, il ricorrente si doleva del fatto che il giudice d’appello avesse ridotto il risarcimento del danno biologico, nonostante le censure dell’assicuratore appellante avessero riguardato il calcolo degli interessi e la misura del concorso di colpa. Si era pertanto verificata – a suo dire – una ipotesi di ultrapetizione, avendo… Continua la lettura »

Riassunzione del processo cartacea: per la cassazione è valida

Mirco Minardi

La S.C. ha rigettato, ritenendolo manifestamente infondato, il motivo con il quale si era eccepita l’inammissibilità dell’appello, atteso che la riassunzione era stata depositata in cartaceo, anzichè telematicamente. Preliminarmente la Corte ha ricordato che per il caso inverso di deposito telematico invece che cartaceo ha affermato il seguente principio di diritto: “Nei procedimenti contenziosi incardinati… Continua la lettura »