Notifica nulla e opposizione a decreto ingiuntivo

Mirco Minardi

Nel caso esaminato da Cass. 19259/2021, il debitore opponente aveva notificato l’opposizione in cancelleria e non presso l’indirizzo pec del difensore del creditore.

A seguito di ordine di rinnovazione, la notifica era stata eseguita regolarmente e la creditrice si era costituita in giudizio per resistere all’opposizione.

Incredibilmente, però, tanto il giudice di primo grado, quanto quello del gravame hanno ritenuto improcedibile l’opposizione, nonostante la sanatoria della nullità.

La Suprema Corte ha accolto il ricorso della debitrice-opponente osservando che l’errata individuazione da parte dell’appellante delle modalità di notificazione assicura la riconducibilità del procedimento notificatorio ad uno degli schemi astrattamente prefigurati dal legislatore, con la conseguenza che il vizio di nullità imponeva la rinnovazione della notifica e/o la sanatoria della stessa, con efficacia retroattiva (Cassazione civile sez. VI, 27/07/2017, n. 18694 proprio in tema di notifica effettuata presso la Cancelleria anziché all’indirizzo PEC).

Il giudice di merito, rilevata la nullità della notifica, deve quindi ordinarne la rinnovazione che, se regolarmente effettuata, impedisce ogni forma di decadenza (Cass. 98/6410; Cass. 9233/2009).

Tali principi, di carattere generale sono espressione del principio generale previsto dall’art. 291 c.p.c. e non trovano eccezione o deroga nell’ipotesi di nullità della notifica dell’atto di opposizione a decreto ingiuntivo sicché il giudice può sempre ordinare la rinnovazione della notifica, che va eseguita nel termine perentorio appositamente concesso ancorché la seconda notificazione sia stata effettuata oltre il termine prescritto per l’opposizione stessa (Cassazione civile sez. I, 29/10/2015, n. 22113; Cassazione civile sez. II, 24/02/2014, n. 4379).

Tutti i miei articoli sul ricorso per cassazione.

La supervisione del ricorso per cassazione.

Contatti.


Share
Mirco Minardi

Avvocato, blogger, relatore in convegni e seminari. Autore di numerosi articoli apparsi su riviste specializzate cartacee e delle seguenti monografie: Le insidie e i trabocchetti della fase di trattazione del processo civile di cognizione. Manuale di sopravvivenza per l’avvocato, Lexform Editore, 2009; Le trappole nel processo civile, 2010, Giuffrè; L’onere di contestazione nel processo civile, Lexform Editore, 2010; L’appello civile. Vademecum, 2011, Giuffrè; Gli strumenti per contestare la ctu, Giuffrè, 2013; Come affrontare il ricorso per cassazione civile, www.youcanprint.it, 2020.




Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*