Avvocati: scrivere cose contrarie al vero in un ricorso per cassazione può costare caro

Mirco Minardi

Ha fatto davvero arrabbiare il Consigliere relatore (dott. Marco Rossetti), un Collega che, nel ricorso per Cassazione ha affermato, contrariamente al vero, che sin dal primo grado era stato dedotto uno specifico profilo di colpa della Scuola convenuta.

Il relatore si è andato così a leggere l’atto di citazione e le memorie ex art. 183 c.p.c., senza tuttavia trovare alcun riferimento al suddetto profilo.

Tanto è bastato per trasmettere gli atti al Procuratore generale per le valutazioni “sul piano disciplinare e di altro tipo”, ritenendo violati gli artt. 88 c.p.c. e 50 c.d.f.

La vicenda si trova in Cass. 24090/2017.

La cosa interessante è che detta censura era stata dedotta violando il principio di autosufficienza, sicchè il relatore avrebbe potuto arrestarsi lì. Invece, è andato fino in fondo per verificare se quella doglianza aveva fondamento, giungendo a definirla, senza mezzi termini, come “falsa”.

Tutti i miei articoli sul ricorso per cassazione.

La supervisione del ricorso per cassazione.

Contatti.


Share
Mirco Minardi

Avvocato, blogger, relatore in convegni e seminari. Autore di numerosi articoli apparsi su riviste specializzate cartacee e delle seguenti monografie: Le insidie e i trabocchetti della fase di trattazione del processo civile di cognizione. Manuale di sopravvivenza per l’avvocato, Lexform Editore, 2009; Le trappole nel processo civile, 2010, Giuffrè; L’onere di contestazione nel processo civile, Lexform Editore, 2010; L’appello civile. Vademecum, 2011, Giuffrè; Gli strumenti per contestare la ctu, Giuffrè, 2013; Come affrontare il ricorso per cassazione civile, www.youcanprint.it, 2020.

Anche questi articoli potrebbero interessarti:


2 commenti:

  1. Giuseppe

    Complimenti avvocato.
    Memorie illustrative in cassazione 378 cpc. Si trova un fac simile? Sarebbe interessante



Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*