Opposizione al precetto ex art. 615, 1° comma, c.p.c.: il Giudice di Pace può sospendere l’efficacia esecutiva del titolo?

L’art. 615 c.p.c. consente ora di sospendere l’efficacia esecutiva del titolo esecutivo, subito dopo la notifica del precetto.

Un tempo, prima delle riforme del 2005/2006 si doveva utilizzare, non senza incertezze, lo strumento del 700 c.p.c..

Oggi è possibile opporsi al precetto e chiedere detta sospensione. Tuttavia quando la competenza appartiene al Giudice di Pace ci si chiede se questi abbia il potere di emettere il provvedimento di sospensione, visto che questo ha natura cautelare e, come è noto, il GDP non può adottare provvedimenti di tale natura.

La dottrina più accreditata risponde negativamente ed afferma che la relativa istanza vada proposta in Tribunale (v. Oriani, La sospensione dell’esecuzione, www.judicium.it; Bove-Balena, Le più recenti riforme del codice di procedura civile, Proto Pisani, Premessa Le modifiche al codice di procedura civile previste dalla legge 80/2005).

Avete giurisprudenza in proposito, visto che al momento di edito non c’è nulla?


Share

Avvocato, direttore responsabile del blog per la formazione giuridica www.lexform.it. Relatore in convegni e seminari. Autore di numerosi articoli apparsi su riviste specializzate cartacee e telematiche e della monografia "Le insidie e i trabocchetti della fase di trattazione del processo”, ed. Lexform.


96 commenti:

  1. Rino

    Egr.Avvocato
    ho un dubbio amletico e avrei bisogno di un pare per decidere come comportarmi. Sono stato esecutore di una pubblicazione su ordine emesso dal tribunale. Le spese erano a carico delle soccombenti e ho provveduto a emettere fattura con intimazione. Non ricevendo notizia ho provveduto a chiedere al giudice di pace il quale mi ha autorizzato al pingoramento con la forumla di rito della ‘immediata esecutività. Ho provveduto presso terzi (in regioni diverse dalla mia) agendo sui conti correnti. Fissate tutte le udienze si adal giudice di pace cui mi sono rivolto che dai giuridice di competenza per l’esecuzione. Ad un certo punto mi arriva un fax dalle congro parti in cui si attesta ch eil gdp ha sospeso l’esecutività del provvedimento emesso. Nessuna notifica mi è stat fatta e neanche alle resistenti. Il mio avvocato ha quindi sospeso, in via prudenziale ( minacciato dalla controparte), l’esecutività rilasciando liberi i conti.
    Sono gia certo che qualcosa non sia corretta ma mi domando se proseguo con la esecutività sono legittimato? puo il gdp sospendere senza atti cocnreti? nell’udienza in cui si è provato a risolver eil debito ha detto che qui si usa cosi e che l’atto con cui mi ha concesso l’immediata esecutività era solo il risultato di un automatismo e non di una decisione. Ho grandi dubbi , può autarmi? credo ch eil gdp abbi aagito erronamente eche io a eseguire il pingoramento presos terzi sarei in regola. Tr l’altro l’aver sospeso il provvedimento dopo che era già esecutivo mi sta causando danni rilevantissimi.
    grazie

  2. Franco

    Gent.mo Avv. Rinaldi,
    l’avvocato che mi aveva assistito in una causa, a fronte di 1500 euro preventivatimi me ne aveva chiesto 7.300! Gli avevo versato 3.000 euro ma mi ha fatto D. L. perchè aveva redatto e presentato 2 distinti ricorsi per le 2 semplici domande della causa. Quindi aveva duplicato le voci in parcella. Stranamente il Giudice unico pur dandomi ragione (illegittima duplicazione, scaglione rilevante invece di modesto ecc), gli ha riconosciuto però voci non richieste ed aumentate altre e poi tutte le spese di causa a mio carico compresa iva “come per legge”. L’avvocato era assistito da un collega.
    Ho pagato tutto tranne l’iva in quanto non dovuta (lui deve pagare la fattura con iva al collega e poi recuperarla quindi non è un costo da rimborsargli). Gli ho spiegato con sentenza e circolari Ag. delle entrate che non devo l’iva ma ora mi notifica precetto, senza spiegarmi le sue ragioni. E’ corretto? Cosa fare?
    Grazie. Saluti Franco

  3. Lucio

    Buona sera. Ho perso una causa. Ho presentato appello per gravi e fondati motivi per i quali perfino il CTU è indagato per perizia infedele (s.e.o).La controparte mi fa atto di precetto. Essendo io all’estero passano 6 mesi e non procedono. Ora mi è ritornato di nuovo un atto di precetto al quale vorrei oppormi sia perché ci saimo accorti che le spese dell’avvocato della controparte sono state erroneamente raddoppiate dal giudice (non sarebbe deontologicamente – e moralmente – corretto che la controparte segnalasse questo?)sia per l’appello e sia per i gravi motivi che hanno portato ad una sentenza basata su una perizia falsa. E’ lo stesso perito che ammette di averla sbagliata, pensi un po. Mi può cortesemente dare un consiglio?

  4. Mirco Minardi

    @Lucio: la questione relativa alla liquidazione degli onorari da parte del giudice di primo grado può essere contestata solo in appello, dunque se l’opposizione si basa su questo è infondata

  5. Filippo

    Gent.mo Avv. mi e stato notificato un atto di precetto dopo 9 rate di mutuo non pagato o saputo che esiste una possibilità di sospensione di bloccare il mutuo x 18 mesie che io avrei i requisiti . volevo chiedere per questi motivi si puo presentare un appello e avere una sospensione grazie.

  6. Mirco Minardi

    @Filippo: appello e opposizione al precetto sono profondamente diversi.Ad ogni modo per avere una sospensione in appello occorrono gravi e fondati motivi.

  7. De Simone

    Egregio Avv. Minardi

    Sono un praticante abilitato che svolge la pratica forense prevalentemente in diritto penale, quindi con scarsa praticità nella materia civilistica.
    Il quesito che Le vorrei porgere è il seguente:
    La mia assitita riceveva ingiunzione di pagamento ex art. 150 l.f. dalla curatela fallimentare pari ad € 20.000 come restante parte del capitale sociale non versato, con l’autorizzazione, in caso di mancato pagamento, alla provvisoria esecuzione.Proponevo rituale opposizione ex art. 645 c.p.c chiedendo e ribadendo in udienza la revoca e/o sospensione della provv. esecuzione. il giudice concedeva i termini di legge ex art. 183 c.p.c senza nulla disporre sulla richiesta.dopo pochi giorni la mia assistita riceveva atto di precetto. La domanda è questa: mi conviene fare opposizione all’esecuzione ex art. 615 o un istanza di sopsensione ex art. 649??il dubbio mi sorge perchè la mia opposizione all’esecuzione sarebbe un copia e incolla dell’opposizione 645,dovendo rendere edotto il giudice dell’esistenza di un termine prescrizionale.
    La ringrazio e con l’occasione Le auguro un sereno e prosperoso 2012

  8. Frarncesca

    Egregio avvocato ho contratto un debito con un fornitore dopo l arrivo degli avvocati era stato deciso di dividere il debito in cambiali da 2000 euro la prima in scadenza 28 febbraio 2012 e se potevo avrei portato 500 euro al mese a scalare! Avendo avuto difficoltà non ho adempito alle 500 euro mensili ed ora so che lunedì prossimo 16 gennaio mi verra notificato un precetto esecutivo per l’intera somma! Io ho le fotocopie delle cambiali dove l avvocato ha scritto e firmato che non avevano più nulla a pretendere! Ora che faccio? Mi chiedono 10500 euro in 10 giorni io ho solo un contratto a progetto di 150 euro mensili ! Posso fare opposizione?

  9. Alessandro

    Egregio avvocato mi hanno notificato un atto di precetto dopo un ingiunzione di pagamento pari a 150.000 euro a causa di un mio ex commercialista che ha ritenuto che per un tempo di 15 anni non abbia mai provveduto al pagamento al suo compenso lavorativo….anche se nel 2010 in base alla contabilità che mi ha fatto risulta solo un credito pari a 5.000 euro a suo favore. Il mio avvocato mi ha spiegato del problema della continiutà del lavoro svolto dal professionista (per cui l’impossibilità della prescrizione)e la mancanza di prova scritta dell’avvenuto pagamento.

  10. Francesco Scari

    Gentile collega, complimenti perla meritoria opera apprestata on line.
    Ne approfitto per chiederTi delucidazioni rispetto alla notifica di titolo e precetto e alla locuzione personalmente di cui al 479 cpc rispetto alle persone giuridiche.
    In attesa di risposta Ti saluto e auguro buon lavoro

  11. Francesco

    Egr. Avvocato,
    devo recuperare l’onorario di un ctu per una consulenza prestata in un procedimento di espropriazione immobiliare.
    Il compenso è stato posto a carico del Condominio….che non ha pagato dopo la notifica del precetto.
    La richiesta delle tabelle milesimali all’amministratore non ha avuto riscontro, sicchè ora è mia intenzione precettare l’intera somma ad un unico condomino.
    Sicuramente il condomino farà opposizione alla luce della (ingiusta) sentenza del 2008, ma almeno dovrà esibirmi le tabelle millessimali.
    La mia domanda è: come parte opposta posso chiamare in causa tutti gli altri condomini??

  12. Mirco Minardi

    @Francesco: al di là della fattibilità oggi c’è un problema pratico: il contributo unificato che va pagato per ogni persona chiamata: vale la pena?

  13. Andrea

    Gent.le Avv. avrei un quesito da sottoporle.
    L’opposizione ex art. 615 al precetto notificato,sospende in ogni caso l’esecuzione del creditore procedente, se no come sospenderla (fino all’ordinario giudizio di cognizione)per evitare un pignoramento immobiliare?
    Grazie.

  14. Irene

    gentile avvocato,
    devo fare un’opposizione a precetto sia per contestare la regolarità formale dell’atto, sia per contestarne il diritto: quindi sia opposizione all’esecuzione che agli atti esecutivi. la mia domanda è: per farlo in un unicoatto come devo procedere? Grazie

  15. Giusy

    buonasera,
    volevo sottoporle questo caso e avere la sua opinione.
    per iniziare le chiedo scusa se userò un linguaggio poco tecnico e poco preciso ma sono praticante da pochi mesi e ancora devo entrare mentalmente in questo mondo.
    il mio clinte è un creditore, ho iniziato una causa nei confronti del debitore ai sensi dell’art.700 c.p.c., il G competente mi ha dato la provvisoria esecutività rimettendo la decisione nel merito. ho fatto un pignoramento presso un terzo con foro diverso, vi è stata opposizione e il G si è ritenuto incompetente e ha rimesso gli atti al foro presso cui si decideva sul merito. qui come G istruttore è stato nominato un Dott diverso da quello che si occupava del giudizio principale e ha chiesto a noi parti di chiedere una unificazione dei procedimenti ma,noi parti, non l’abbiamo effettuata perchè il giudizio di merito era per la decisione. nel frattempo è stata emessa la sentenza che ha dato pienamente ragione a noi ma sono sospesi i giudizi presso lo stesso foro e quello di competenza per il pignoramento verso terzi. ho richiesto la riassunzione per entrambe ma mi hiedo: visto che vi è una sentenza che non è stata ancora appellata e con questi giudizi sullo stesso oggetto pendenti (nascenti come opposizione all’esecuzione), mi può essere assegnata la somma?

  16. Mirco Minardi

    @Giusy: ti prego di fare uno sforzo per rendere tutto più preciso, perchè così il quesito non è facilmente comprensibile. Sicura che hai chiesto un 700?

  17. Gabriel

    Buonasera, volevo sottoporre un quesito:
    A seguito di rigetto di sequestro conservativo, il Giudice ha condannato il ricorrente alla refusione delle spese del procedimento.
    Ho notificato (quale legale della parte resistente vittoriosa), ordinanza con atto di precetto in proprio e non invece per conto della cliente vera creditrice.
    L’atto di precetto è stato opposto contestando il mio diritto di creditore.
    Ci sono possibili soluzioni per definire la vicenda?
    La ringrazio anticipatamente per il prezioso consiglio che Voirrà darmi visto che sono un Collega alle prime armi!!!

  18. Mirco Minardi

    @Gabriel: purtroppo l’opposizione verrà verosimilmente accolta. Prova a parlare con il collega avversario. Puoi rinunciare agli atti ma questo non ti salva da una possibile condanna alle spese.

  19. Dani

    Gentile Avvocato,
    volevo porle un quesito: Tizio riceve atto di precetto cambiario, con sorte capitale di € 700,00. Noto un errore nelle spese di notifica (calcolate in misura superiore, rispetto a quelle effettive a tergo dell’atto) e un compenso professionale pari ad € 330,00 (indicato con unica voce) francamente superiore rispetto alle vecchie tariffe ormai abrogate ma che tutti i Tribunali utilizzano per calcolare diritti ed onorari. Vorrei fare opposizione ma vorrei capire se devo configurarla come opposizione agli atti esecuti ex 617 o opposizione al precetto ex art 615 c. 1. Cosa ne pensa? Grazie.

  20. Fausto

    Gen.le avv. a seguito di un D.I (non ritirato e non impugnato perchè fuori per lavoro) mi è stato notificato il Precetto. Essendo nei termini, posso fare opposizione al Precetto presentando gli estremi di miei assegni di c/c (beneficiario il creditore) quale prova che la somma richiesta è stata da me già pagata prima ancora che dell’emissione del D.I. ?

  21. Mirco Minardi

    @Fausto: bisognerebbe fare una opposizione tardiva chiedendo la rimessione in termini più che una opposizione al precetto, in quanto il giudice di questa opposizione non può valutare l’estinzione avvenuta prima del giudizio.

  22. MARINA

    salve avvocato,
    in una sentenza il tribunale condanna gli eredi (senza scrivere in solido) alla rifusione di spese di occupazione di un immobile, in realtà occupato non dagli erdedi ma da una srl di un solo erede…
    pende appello per la rendicontazione … ma nel frattempo il creditore ha intimato precetto per 172 mila euro nei confronti di ognuno degli eredi (ognuno per l’intera somma)come condannati in sentenza! come strutturo l’opposizione al precetto ? una per tutti gli eredi? posso eccepire che non vi è legittimazione passiva ?
    ma il titolo – sentenza è viziato in tal senso?
    grazie la questione è molto complessa..

  23. Ciro

    Eg. Avvocato, per 4 mensilità di affitto nn pagate l’avvocato del padrone di casa mi ha fatto causa. Fatto opposizione entro i termini di 40 giorni, mi è arrivato il precetto che entro 10 giorni devo pagare le 4 mensilità piu tutte le spese. Posso fare opposizione al precetto???? dimostrando che c’è un opposizione in atto? Grazie mille

  24. Valeria

    Gentilissimo Avvocato ho un debito non pagato. Premetto che percepisco una pensione di 830 euro e ho impegnato già 1/5 per un prestito effettuato e scade trea 10 anni. Il creditore puo fare richiesta di pignoramento di un altro quinto della pensione??? mi hanno detto che nn si puo fare è vero??? Grazie mille.

  25. Mirco Minardi

    @Marina: la legittimazione passiva (anche se tecnicamente non è tale) è data dalla sentenza; se la sentenza condanna gli eredi questi sono i destinatari del precetto. Tuttavia mi pare ci sia un errore del creditore in quanto l’obbligazione degli eredi è parziaria

  26. Valentina

    Egregio Avvocato,
    ho notificato alla controparte un precetto su cambiali e questa si è opposta con atto di citazione nel quale ha formulato istanza di sospensione dell’efficacia del titolo esecutivo.
    Successivamente, ho notificato alla stessa controparte un decreto ingiuntivo esecutivo con precetto pedissequo e anche in questo caso si è opposta, formulando istanza di sospensione dell’esecutività del titolo.
    Il Giudice dell’opposizione, per ciascun procedimento, ritenendo non sussistenti i gravi motivi che gli avrebbero permesso di decretare la sospensione dei titoli inaudita altera parte, ha fissato l’udienza di comparizione delle parti.
    Detto ciò, all’udienza di comparizione parti, nella quale verrà discussa la concedibilità o meno della sospensione, io creditore devo presentarmi con una memoria di costituzione? Devo costituirmi prima dell’udienza?
    Il c.p.c. non sembra prevedere nulla di simile, tuttavia non vorrei omettere qualche passaggio importante.

  27. Giorgio

    buongiorno,
    un mio cliente residente al sud ha ricevuto la notifica della sentenza e del precetto emessa da un gdp del nord.
    ora chiedo:nel precetto non vi è rilascio di procura ma si fa generico riferimento a quella dedotta in citazione e non c’è , sempre nel precetto , l’elezione di domicilio nel distretto della corte d’appello di residenza del debitore che, come detto, abita al sud. ci sono gli estremi per opporsi ?grazie.

  28. Mirco Minardi

    @Giorgio: direi di no, anche perchè qualora la procura mancasse sarebbe sempre possibile la ratifica ex post con effetti retroattivi

  29. Mauro

    Egr. avv., si tratta di un locale fatiscente tenuto in affitto 37 anni. Sent. del 2003 notificata che impone il rilascio a cui ottempero. La causa prosegue, il mio avv. tace. Nell’ott. 2007 uff. giud. e ag. di vendita compilano un’elenco di mobili, contesto di non sapere nulla…In busta verde mi si notifica mi si notifica che il G.E. il 6/12/07 ha emesso provvedimento che si allega in copia (?) e fissa udienza al 25/01/08: presente solo io; “…visto il 631 rinvia… ma non mi dà la data (?). Il 10/04/08 passo in cancelleria e so che il 4 c’era stata udienza con presente solo l’avv. avverso (che in 6 anni non conoscevo, non venne in udienza nemmeno il giorno dopo che al telefono nello studio del mio avv. sentii: “Antonio domani ci vediamo in trib.”)che ottenne un provvedimento per la vendita, e mi danno la data per la 3a ud.: solo io presente, e di nuovo il 631 e senza convocazione? Alla 4a del 15/01/09 estingue la causa. Salvo che il 5/09/08 si volevano portar via i mobili(??). Il 20/07/2011 notifica di precetto “sent. del 7/03/2006, convalidata il 10/12 si dice(dice?) “e così notificata coevamente e prima dell’atto di precetto del 12/12/2006\31.1.2007. Mai viste! Opposizione, comparsa al 21/12/11, l’avv. dichiara (il falso) che la cotroparte fosse deceduta pochi gg. prima, il giudice prende atto (de ché?)e rinvia al 18/01/12. Assente il giudice arriva defilata una got, il mio domiciliatario delegato per il rinvio (?) arriva l’altro che vedo de visu, scrive il verbale e chiede la sopensione della causa (il decesso era avvenuto 70 gg prima della 1a ud.)e fissa per l’8 di febb. Neve, rivio d’ufficio al 13 giu., non si fa udienza, ma c’ero solo io! Il 21, con altro giudice ma gli avv. di quel foro si astengono, però la mia è di altro foro e quindi alla delegata il giudice dice che la titolare non poteva astenersi. “Interruzione del giudizio”. Però, come mai il giudice non ha voluto considerare che il 19 u.s. ii precettatore seriale mi ha notificato un’altro atto per conto di 4 eredi, e con la causa in corso? Non posso mica fare un’altra opposizione? Sono, a 74 anni, esasperato! Cordiali saluti e grazie, comunque M.C.

  30. Paolo

    egregio avvocato, tre anni fa ho sottoscritto un finanziamento con cessione di quote dello stipnedio con una finanziaria. Non potendo più pagare,hanno inviato un decreto ingiuntivo presso il mio datore di lavoro, il decreto è rivolto all’azienda che non hai mai ottemperato alla cessione delle quote mensili.L’azienda ha fatto opposizionee mi ha citato come terzo davanti al gdp in un udienza a breve. Le chiedo un consiglio, mi presento ugualmente anche senza legale(non me lo posso permettere) o lascio perdere ? in caso di sentenza negativa,dopo quanto tempo pensa verrà notificata alla mia azienda insieme al precetto per trattenere un parte dello stipendio ?.
    la ringrazio

  31. Alberto

    Egregio avvocato
    Controparte notificava precetto con allegato titolo esecutivo (sentenza).
    A tale precetto opponevamo ricorso ex 615,1′ comma, data l’intimazione di pagamento di somme non dovute.
    Pendente la procedura di opposizione, controparte, quattro mesi dopo la notifica del primo precetto, ne notificava un secondo in cui riduceva la pretesa alla luce dell’opposizione esperita.
    Atteso che l’art. 481 c.p.c. al secondo comma dispone la sospensione della decorrenza dei 90 giorni di efficacia del precetto in caso di opposizione, ora sussisterebbero due precetti egualmente efficaci fondati sullo stesso titolo. E’ possibile dunque opporsi nuovamente al secondo precetto ex artt. 615 o 617, e con quali censure a livello processuale???
    La ringrazio infinitamente
    Alberto

  32. BENITO

    NONOSTANTE VINCO UNA CAUSA CIVILE CONTRO UN MIO COFINANTE,
    DAL SUO TERRENEO QUANDO PIOVE LE ACQUE SCORRONO NELLA MIA AZIENDA, MI RIVOLGO AL GIUDICE TRAMITE IL MIOI LEGALE
    IL GIUDICE COMPENSA LE SPESE,
    QUESTA SAREBBE UN’INGIUSTIZIA,…
    GIUNTO A QUESTO PUNTO NON MI CONVENE FARE PIù NESSUNA OPPOSIZIONE A NESSUNO,
    NONOSTANTE SI ABBIA RAGIONE SU UNA CONTROVERSIA CONVIENE LASCIARE PERDERE.,
    VISTO CHE IL GIUDICE COMPENSA LE SAPESE LEGALI

  33. BENITO

    GENTILISSIMO AVVOCATO MIRCO MINARDI,
    LE CHIEDO ANCORA COME POSSO RECUPERARMI LE SPESE LEGALI,
    IN QUANTO LA CAUSA SAREBBE DA ME VINTA
    VISTO CHE NON CI PENSAVA IL GIUDICE COMPENSANDO LE SPESE LEGALI ?

  34. Antonio Michelotti

    Ho ricevuto un decreto ingiuntivo a fine novembre 2012 per una fattura per una stampante da me restituita entro il termine di prova. Ho la ricevuta di spedizione del pacco e il tracking di avvenuta consegna di poste italiane. La ditta che doveva ricevere la stampante sostiene che da loro non è mai arrivata.
    Sono stato da un avvocato per fare opposizione ma mi ha mandato me a consegnare la notifica dell’opposizione , negli uffici sono stato indotto in errore e la notifica non è stata correttamente inserita. Adesso mi ritrovo con l’atto di precetto notificato in data odierna 25 marzo e con 300 euro spese per l’avvocato che alla fine non ha fatto solo che danni. Cosa posso fare adesso? sono disoccupato non so come fare a far valere che la stampante l ho restituita e non è piu in mio possesso da piu di 1 anno e mezzo ;(

  35. Enrico

    Buongiorno Avvocato, sono un praticante purtroppo ancora in attesa di superare l’esame di abilitazione e Le volevo sottoporre un breve e forse ovvio quesito: devo procedere in via esecutiva contro un soggetto condannato in sede penale al risarcimento del danno alla parte civile, mia assistita. La condanna è stata confermata con sentenza d’appello, passata in giudicato, anche con riferimento alle spese di lite, liquidate anche per il secondo grado grado. Dovendo notificare entrambi i titoli esecutivi, posso notificarli insieme unitamente ad un unico precetto o devo procedere con due precetti distinti?
    Grazie dell’attenzione e dell’e-book sull’eccezione, che ho molto apprezzato!

  36. Mirco Minardi

    @Antonio Michelotti: la vicenda è complessa; ci potrebbe essere anche una responsabilità professionale, però far esaminare tutti gli atti da un avvocato.

  37. Gigi

    salve avvocato sono sempre gigi la ragazza del messaggio della zia alla fine mi sono dimenticata a scrivere e’ consigliabile chiedere come le dicevo visto che gia’ lappello e’ stato fatto in attesa della prima udienza domanda di sospensiva che normalmente puo chiedere anche piu settimane alla risposta e per non correre rischi visto che il precetto arrivato e’ esecutivo dopo 10 giorni presentare opposizione visto che ci sono vari motivi tra i qualci come le accennavo che l avvocato della controparte ha fatto un totale pazzesco calcolando tutte le mensilita di 10 anni di durata di causa di lavoro senza considerare che la legle lo vieta perche’ dice tutte le mensilita tranne quelle dei periodi che lei ha lavorato in questi 10 anni da altre parte in regola che come le dicevo sempre occupata??? lo chiedo perche penso che la sospensiva che presentermo alla corte da appello visto vari motivi tra le quali anche la falsa testimonianza di cui le parlavo dovrebbe essere accettata ma non si sa mai almeno se non la accettano l’opposizione al precetto da un lato dovrebbe ridure la cifra da 150000 a massimo 15000 e poi in ogni caso sposta la discussione almeno di due anni e nel frattempo il penale dovrebbe finire e lo porto come prova a sostegno anche come articolo 395 di revocatoria straordinaria se appello dovrebbe andare male,so che il quesito e’ confusionario ma le sarei grado per qualche info.

Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>