Ricorso per cassazione: come indicare gli atti e i documenti su cui il ricorso si fonda

Mirco Minardi

Gli atti e i documenti su cui il ricorso si fonda debbono essere espressamente indicati ed è opportuna la loro “ri-produzione” in un fascicoletto, nonostante essi siano contenuti nei fascicoli di parte di primo e secondo grado allegati a quello “della cassazione”.

Ci sono due modalità principali. Io ho usato entrambe.

La prima consiste nell’indicare gli atti e i documenti all’inizio del motivo, facendolo precedere da qualcosa del genere:

Il presente motivo si fonda sui seguenti atti/documenti:

  1. atto di citazione notificato in data xx/xx/xxxx (esso si trova nel fascicolo di primo grado grado, v. allegato n. x al fascicolo di cassazione e viene prodotto nel fascicoletto per la cassazione con il n. x)
  2. lettera raccomandata del xx/xx/xxxx (era stata prodotta al momento della costituzione in giudizio dell’attore nel fascicolo di primo grado con il n. x e viene prodotta nel fascicoletto per la cassazione con il n. x)
  3. verbale di udienza del xx/xx/xxxx avanti al Tribunale di Roma (il verbale si trova nel fascicolo d’ufficio; una copia viene prodotta nel fascicoletto per la cassazione con il n. x)

La seconda consiste nel richiamare detti atti e documenti di volta in volta, man mano che si sviluppa il motivo (v. questo esempio). Entrambi i metodi presentano vantaggi e svantaggi. Il vantaggio del primo modo è che non appesantisce la lettura del motivo. Lo svantaggio è che il relatore è costretto ogni volta a ritornare all’inizio del motivo per verificare la posizione del documento. Nei casi in cui il motivo sia molto corposo questo può essere fastidioso.

Tutti i miei articoli sul ricorso per cassazione.

Hai bisogno di una mano? Contattami.

 


Share
Mirco Minardi

Avvocato, direttore responsabile del blog per la formazione giuridica www.lexform.it. Relatore in convegni e seminari. Autore di numerosi articoli apparsi su riviste specializzate cartacee e telematiche e della monografia "Le insidie e i trabocchetti della fase di trattazione del processo”, ed. Lexform.

Anche questi articoli potrebbero interessarti:





Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*