Ricorso per cassazione: check list notifica telematica

Mirco Minardi

Ecco una utile check list che utilizzo prima di notificare un ricorso per cassazione tramite posta elettronica certificata:

  • L’atto scansionato è stato firmato analogicamente?
  • L’atto scansionato ha la procura in calce?
  • La procura è speciale?
  • La procura e l’atto hanno la stessa data?
  • Il ricorso pdf nativo è firmato digitalmente?
  • La procura è allegata?
  • La procura è firmata digitalmente?
  • La relata di notificazione ha la data aggiornata?
  • La relata di notificazione è firmata digitalmente?
  • Gli indirizzi PEC sono stati verificati nel Registro pubblico?
  • È stata verificata l’attuale iscrizione all’albo del procuratore destinatario della notifica?
  • La parte sostanziale è ancora viva/esistente?
  • L’oggetto della PEC è stato inserito correttamente?
  • L’indirizzo mittente è quello della PEC?
  • Dopo la firma digitale, i file sono stati aperti per verificare se non sono corrotti?

Tutti i miei articoli sul ricorso per cassazione.

Hai bisogno di una supervisione? Contattami.


Share
Mirco Minardi

Avvocato, direttore responsabile del blog per la formazione giuridica www.lexform.it. Relatore in convegni e seminari. Autore di numerosi articoli apparsi su riviste specializzate cartacee e telematiche e della monografia "Le insidie e i trabocchetti della fase di trattazione del processo”, ed. Lexform.





Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*