Categoria Giurisprudenza

Ricorso per cassazione. Ancora un chiarimento su vizio di legge, falsa applicazione e omessa valutazione del fatto

Mirco Minardi

Riporto la motivazione di Cass. 6730/2018 che ha dichiarato l’inammissibilità di un ricorso per cassazione. Bisogna sempre ricordarsi che quando si contesta la ricostruzione del fatto, siamo al di fuori del vizio e della falsa applicazione di legge. Difatti, la falsa applicazione ricorre quando fermo il fatto storico come ricostruito dal giudice, si contesta l’opera… Continua la lettura »

Ricorso per cassazione. Erronea individuazione della norma violata. Conseguenze

Mirco Minardi

Nel caso deciso da Cass. 6119/2018 i ricorrenti si lamentavano del ragionamento presuntivo del giudice d’appello, il quale aveva escluso un rapporto di debito tra due società, in un giudizio di accertamento dell’obbligo del terzo. In pratica, il creditore, al momento del pignoramento, aveva trovato nei locali della debitrice un’altra azienda (di proprietà del marito… Continua la lettura »

Sentenza illogica? Si fa valere con il n. 4 dell’art. 360

Mirco Minardi

Finalmente la S.C. afferma a chiare lettere come va censurata la sentenza manifestamente illogica, irriducibilmente contraddittoria. Nel caso deciso da Cass. 6119/2018 i ricorrenti avevano invocato il n. 5 cioè l’omessa valutazione di un fatto decisivo. L’illogicità della motivazione, afferma la Corte, dopo la modifica dell’art. 360, n. 5, c.p.c. (ai sensi dell’art. 54 d.l…. Continua la lettura »

Ricorso per cassazione e omessa pronuncia su un motivo di impugnazione

Mirco Minardi

Il Tribunale di Salerno accolse la domanda proposta da Tizio nei confronti dell’INPS, diretta alla reiscrizione nell’elenco dei braccianti agricoli del Comune di residenza. La Corte di Appello di Salerno, a seguito di appello dell’Istituto, in parziale riforma della sentenza di primo grado, dichiarò la decadenza ex art. 22 c. 1 D.Igs. 7/1970, convertito in I. 83/70,… Continua la lettura »

Come si indicano i documenti nel ricorso per Cassazione: una interessante sentenza della Corte (5478/2018)

Mirco Minardi

Quella della corretta citazione ed allegazione dei documenti su cui il ricorso per cassazione si fonda, è una regola dura da far digerire agli avvocati, probabilmente non a torto trattandosi di regola non intuitiva, non espressa nei termini voluti dalla Corte e lontana dal modo di allegare nelle fasi di merito. Ecco come la Cassazione (5478/2018) ha ribadito il principio…. Continua la lettura »

Principio di autosufficienza e produzione documentale: ancora un esempio di ricorso per cassazione inammissibile

Mirco Minardi

Da Cass. 5531/2018 […] Esso risulta formulato in violazione dell’art. 366, co. 1° n. 6, c.p.c., atteso che i ricorrenti fanno riferimento ad atti e documenti del giudizio di merito [ in particolare, all’«elaborato peritale redatto nel 2008» dal CTU, alla «documentazione fotografica», al «doc. 14 allegato dal Comune di Monastir con la citazione», all’«atto… Continua la lettura »

L’uso delle presunzioni semplici in Cassazione

Mirco Minardi

L’art. 2729 c.c. stabilisce che le presunzioni non stabilite dalla legge sono lasciate alla prudenza del giudice [116 c.p.c.], il quale deve ammettere solo presunzioni gravi, precise e concordanti. Le presunzioni non si possono ammettere nei casi in cui la legge esclude la prova per testimoni. Il giudice di merito può violare l’art. 2729 c.c. in… Continua la lettura »

La notifica del ricorso per cassazione (anno 2018 prima parte)

Mirco Minardi

La notifica del ricorso per cassazione e delle impugnazioni in generale presuppone la risoluzione di tre problemi: dove si notifica l’impugnazione; a chi si notifica dell’impugnazione; chi può notificare l’impugnazione. Procediamo con ordine. La norma di riferimento è l’articolo 330 c.p.c. intitolato “Luogo di notificazione dell’impugnazione”. Per poter individuare il luogo in cui deve essere… Continua la lettura »

L’art. 116 c.p.c. in Cassazione

Mirco Minardi

Ogni anno centinaia e centinaia di ricorsi vengono dichiarati inammissibili per avere il ricorrente invocato l’art. 116 c.p.c. al fine di censurare il modo in cui il giudice di merito ha valutato le prove. Purtroppo, il campo di applicazione dell’art. 116 c.p.c. (libera valutazione delle prove) in Cassazione è attualmente assai ristretto e quasi mai… Continua la lettura »