Categoria Giurisprudenza

La CTU e i vizi di merito

Mirco Minardi

Estratto dall’ebook COME SI CONTESTA UNA CTU: manuale per l’avvocato e il consulente, 2016   Costituisce grave errore da parte dell’avvocato ritenere che la CTU “non sia affar suo”, che è poi l’atteggiamento tenuto dalla maggior parte dei giudici[1]. Voglio dire che spesso si tende ad attribuire troppa fiducia tanto al CTU (da parte del… Continua la lettura »

Il pagamento del compenso al CTU

Mirco Minardi

In base all’attuale e consolidato orientamento della Suprema Corte di Cassazione il regime del pagamento delle spettanze del consulente tecnico d’ufficio prescinde dalla ripartizione dell’onere delle spese tra le parti contenuto in sentenza, che avviene sulla base del principio della soccombenza e, concernendo unicamente il rapporto fra dette parti, non è opponibile all’ausiliario (Cass., Sez…. Continua la lettura »

Riforma della giustizia 2014. Il nuovo art. 183-bis c.p.c.

Mirco Minardi

Il decreto legge n.132/2014, convertito in legge n. 162/2014, ha inserito, dopo l’art. 183, l’art. 183-bis intitolandolo “Passaggio dal rito ordinario al rito sommario di cognizione”. La norma entra in vigore l’11 dicembre 2014. L’art. 183-bis consente al giudice monocratico di tribunale di disporre la trasformazione del rito ordinario in rito sommario, ex art. 702-ter… Continua la lettura »

Riforma della giustizia 2014. Il nuovo pignoramento degli autoveicoli ex art. 521 bis c.p.c.

Mirco Minardi

L’art. 521-bis c.p.c. è stato introdotto dall’art. 19 del d.l. n. 132/2014. È intitolato “Pignoramento e custodia di autoveicoli, motoveicoli e rimorchi” ed entra in vigore l’11 dicembre (cioè si applica ai procedimenti esecutivi iniziati a decorrere da quella data). La novità interessante è rappresentata dal quarto comma, il quale prevede che, d’ora in avanti, gli… Continua la lettura »

Perfezionamento della notifica e decadenza dall’appello

Mirco Minardi

Appare sorprendente che tre magistrati di corte d’appello (diconsi tre) possano commettere errori così gravi, ma così è. Il 3 ottobre 2003 viene notificata al soccombente la sentenza di primo grado. In data 30 ottobre 2003 il difensore consegna agli UU.GG. l’atto di appello, che viene però consegnato al destinatario il 4 novembre (il 2 cadeva di… Continua la lettura »

Concesso il termine di grazia e pagato solo parzialmente il debito, può il giudice ritenere non grave l’inadempimento?

Mirco Minardi

L’art. 55 della legge sull’equo canone prevede la possibilità di impedire la risoluzione del contratto di locazione mediante il pagamento dei canoni scaduti, degli oneri accessori, degli interessi legali maturati e delle spese processuali liquidate dal giudice. Si tratta di un potere di sanatoria che può essere utilizzato per un massimo di tre volte in… Continua la lettura »

In quale caso il mancato pagamento del canone di locazione costituisce grave inadempimento ai sensi dell’art. 1455 c.c.?

Mirco Minardi

Per rispondere a questa domanda occorre distinguere le locazioni ad uso abitativo da quelle per usi diversi. Nelle prime il legislatore ha predeterminato la gravità dell’inadempimento (art. 5, l. 392/1978): a) Il mancato pagamento anche di una sola mensilità, purché sia scaduta da 20 giorni; b) Il mancato pagamento di oneri accessori per un importo… Continua la lettura »