Categoria Giurisprudenza

Sospensione feriale dei termini: come venirne fuori

Mirco Minardi

Talvolta il termine di impugnazione va a scadere proprio durante il periodo di sospensione feriale del termine. Prendiamo, ad esempio, il caso deciso da Cass. 9097/2017. La pubblicazione della sentenza era avvenuta l’11 marzo 2013 ed il termine lungo era di 6 mesi (giudizio post riforma 2009). Come si fa a calcolare la scadenza? Se… Continua la lettura »

Calcolo del termine di impugnazione: quando consigliere relatore e collegio sono di parere diverso

Mirco Minardi

In Italia è complicato stabilire anche quando scade un termine per impugnare. Sicchè può capitare in Cassazione che il Consigliere relatore chieda la pronuncia di inammissibilità e il Collegio lo smentisca. Basta andarsi a leggere Cass. 15282/2017. Questo il ragionamento della Corte che – a differenza del Consigliere relatore – ha correttamente ritenuto tempestiva l’impugnazione… Continua la lettura »

Inammissibile per tardività il ricorso per cassazione depositato oltre il termine di 60 gg dal deposito dell’ordinanza ex art. 348 bis

Mirco Minardi

Purtroppo la scarsa attenzione può provocare gravi errori, come quello compiuto in Cass. 24662/2017. Il termine per impugnare per cassazione la sentenza di primo grado, nel caso in cui l’appello si concluda con ordinanza pronunciata ai sensi dell’art. 348 bis c.p.c., è sempre di 60 giorni, e decorre dal momento in cui l’ordinanza d’appello viene… Continua la lettura »

Cogliere la ratio decidendi nel ricorso per cassazione

Mirco Minardi

Uno degli errori più frequenti (che comporta l’inammissibilità del ricorso per cassazione) è quello relativo alla mancata individuazione della ratio decidendi. Ne troviamo un esempio in Cass. 24790/2017. Il giudice aveva dichiarato la nullità di una clausola contrattuale in quanto attribuiva ad una parte il potere discrezionale di determinare la prestazione del debitore. Il ricorrente,… Continua la lettura »

Carente esposizione sommaria dei fatti nel ricorso per cassazione e pronuncia di inammissibilità

Mirco Minardi

In Cass. 24656/2017 troviamo l’ennesima pronuncia di inammissibilità, a causa di una non corretta confezione del ricorso per cassazione. La pronuncia di inammissibilità è ciò che di peggio possa capitare all’avvocato del ricorrente, perchè significa che ha commesso errori gravi nel predisporre il ricorso. Nel caso di specie la Corte (relatore Scarano) ha motivato nel… Continua la lettura »

Ricorso per cassazione: l’accertamento del nesso di causalità non si contesta con il vizio di legge

Mirco Minardi

Ancora un esempio di come molto spesso si censuri il vizio di legge per contestare accertamenti compiuti dal giudice di merito in ordine a colpa, nesso di causalità, danno, gravità dell’inadempimento, ecc. Nel caso di specie, il ricorrente ha censurato la sentenza per vizio di legge per avere erroneamente escluso il nesso causale in un… Continua la lettura »

Come si indicano i documenti nel ricorso per Cassazione

Mirco Minardi

Un ricorso per cassazione predisposto male, come ho scritto tante volte, è destinato all’inammissibilità, nonostante la sua fondatezza nel merito. In Cassazione civile, sez. VI, 19/10/2017,  n. 24771, gli errori sono stati davvero tanti, troppi. In via preliminare il Collegio rileva che il ricorso risulta affetto da una causa di inammissibilità rappresentata dall’assoluta inidoneità allo… Continua la lettura »