Categoria Diritto processuale civile

La contraddizione della sentenza impugnata nel ricorso per cassazione dopo la modifica dell’art. 360 n. 5

Mirco Minardi

Non è raro che un giudice, da un lato, rigetti le richieste di prova, dall’altro, affermi contraddittoriamente che l’attore non ha provato i fatti allegati. In questi casi la motivazione è contraddittoria:  “il giudice non può, senza contraddirsi, imputare alla parte di non assolvere all’onere di provare i fatti costitutivi della domanda e poi negarle la… Continua la lettura »

Violazione dei canoni di interpretazione degli atti negoziali e ricorso per cassazione

Mirco Minardi

Da Cass. 28655/2017 […] La censura infatti, sebbene formalmente denunci la violazione, da parte della Corte d’appello, dei criteri di interpretazione degli atti negoziali, nella sostanza censura la valutazione di quegli atti, e pretende di contrapporre una propria interpretazione a quella adottata dalla Corte d’appello. Tuttavia questa Corte da anni viene ripetutamente affermando che l’interpretazione d’un… Continua la lettura »

Ricorso per cassazione: l’errore nella individuazione della norma violata non sempre determina l’inammissibilità del motivo

Mirco Minardi

Quando si censura il vizio di legge occorre indicare le norme violate. Talvolta, però, il ricorrente commette un errore, richiamando norme non pertinenti. Tale circostanza non è d’ostacolo all’accoglimento del ricorso, pacifico essendo nella giurisprudenza della Corte che, in virtù del principio iura novit curia, l’erronea individuazione, da parte del ricorrente per cassazione, della norma che… Continua la lettura »

Cassazione 2017: l’orientamento sul 360, n. 5 c.p.c.

Mirco Minardi

Anche nel 2017 si registrano poi diverse pronunce concernenti il ricorso per cassazione «per omesso esame circa un fatto decisivo per il giudizio che è stato oggetto di discussione tra le parti», come oggi previsto dell’art. 360, comma 1, n. 5, c.p.c. Anzitutto, si segnala Sez. 3, n. 05785/2017, Frasca, Rv. 643398-01, che ha ritenuto… Continua la lettura »

Cassazione anno 2017: i nova in appello

Mirco Minardi

Infine, numerose pronunce hanno riguardato il tema dei nova in appello. Così, Sez. 2, n. 00659/2017, Scarpa, Rv. 642216-01, ha affermato che, proposta in primo grado domanda di accertamento dell’avvenuto trasferimento della proprietà di un immobile, non costituisce domanda nuova quella, proposta in appello, tendente ad ottenere una pronuncia ex art. 2932 c.c., giacché inerente… Continua la lettura »

A proposito del sindacato della Cassazione sulla questione di fatto

Mirco Minardi

Il giudizio di legittimità non può estendersi a sindacare gli accertamenti di fatto compiuti dal giudice di merito. Questo generale principio conosce, nella pratica, numerose declinazioni; sarà dunque inammissibile: la richiesta di ricostruire i fatti in modo diverso rispetto a quanto ritenuto dal giudice di merito; la richiesta di valutare le prove in modo diverso rispetto… Continua la lettura »

Appello incidentale: cominciano a farsi sentire gli effetti di Cass. S.U. 7700/2016

Mirco Minardi

Nella decisione 2991/2018, la Corte di Cassazione ha ricordato che in caso di rigetto di una eccezione (nel caso di specie relativa alla contestazione dell’avvenuto furto di una autovettura), la parte vincitrice nel merito che si sia vista rigettare  l’eccezione, non può limitarsi a riproporla ex art. 346 c.p.c., avendo l’onere di proporre appello incidentale su… Continua la lettura »

Ricorso per cassazione scritto male: inammissibile

Mirco Minardi

La S.C. (ord. 2645/2018) ha dichiarato l’inammissibilità di un ricorso per cassazione in quanto totalmente irrispettoso dei requisiti minimi formali prescritti dall’art. 366, nn. 3 e 4, c.p.c. In esso infatti: (a) non era descritta in modo chiaro ed ordinato la vicenda di fatto da cui scaturì il contenzioso; (b) non era descritto lo svolgimento del processo,… Continua la lettura »