Articoli di Mirco Minardi

E’ di 30 giorni il termine per impugnare avanti al CNF la decisione del CDD o del COA emessa dopo il 1 gennaio 2015

Mirco Minardi

Il CNF ha dichiarato l’inammissibilità di numerose impugnazioni avverso decisioni disciplinari rese dai consigli degli ordini degli avvocati, ritenendo di dover applicare il minor termine di 20gg, in luogo di quello di 30 gg. previsto dall’art. 61, comma 1, legge 247/2012. Ciò è avvenuta per una non corretta interpretazione della disciplina transitoria. Difatti, la l. 247/2012 recante… Continua la lettura »

Il ricorso per cassazione avverso le decisioni del CNF

Mirco Minardi

La sentenza emessa dal CNF sull’impugnazione avverso la decisione del Consiglio Distrettuale di Disciplina, può essere impugnata con ricorso diretto alle Sezioni Unite della Cassazione, ai sensi dell’art. 36, comma 6, l. n. 247/2012, il quale stabilisce quanto segue: “Gli interessati e il pubblico ministero possono proporre ricorso avverso le decisioni del CNF alle sezioni unite… Continua la lettura »

Notifica ricorso per cassazione: check list

Mirco Minardi

L’atto scansionato è stato firmato analogicamente? L’atto scansionato ha la procura in calce? Il ricorso pdf nativo è firmato digitalmente? La procura è speciale? La procura e l’atto hanno la stessa data? La procura è allegata? La procura è firmata digitalmente? La relata di notificazione ha la data aggiornata? La relata di notificazione è firmata… Continua la lettura »

Ricorso per cassazione e onere della prova

Mirco Minardi

La Suprema Corte (26769/2018) ha ribadito che in tema di ricorso per cassazione, la violazione dell’art. 2697 c.c. si configura soltanto nell’ipotesi in cui il giudice abbia attribuito l’onere della prova ad una parte diversa da quella su cui esso avrebbe dovuto gravare secondo le regole di scomposizione delle fattispecie basate sulla differenza tra fatti… Continua la lettura »

Ricorso per cassazione allorquando il giudice di merito ha rigettato la domanda per difetto di prova senza ammettere le prove richieste

Mirco Minardi

Da Cass. 13532/2018 2. Il terzo motivo di ricorso. 2.1. Col terzo motivo del proprio ricorso S.L. formula due censure subordinate. In primo luogo lamenta che la sentenza impugnata sarebbe affetta da un vizio di violazione di legge, ai sensi dell’art. 360 c.p.c., n. 3. E’ denunciata, in particolare, la violazione dell’art. 24 Cost.; artt…. Continua la lettura »

Ricorso per cassazione e valutazione atomistica degli indizi fondanti una presunzione

Mirco Minardi

Da Cass. 13532/2018 3.4. La seconda delle censure sopra riassunte è fondata, nella parte in cui lamenta la violazione dell’art. 2729 c.c., sotto il profilo della valutazione atomistica degli indizi. Questa Corte infatti ha già ripetutamente affermato che l’art. 2729 c.c. impone al giudice di merito di valutare complessivamente tutti gli indizi di cui dispone,… Continua la lettura »

Cassazione con rinvio: la domanda di restituzione di quanto pagato in forza della sentenza di appello non è domanda nuova

Mirco Minardi

La Corte di Cassazione (21969/2018) ha ribadito il principio di legittimità (cfr. Cass. 2.4.2013 n. 7978; Cass. 13.7.2004 n. 12905; Cass. 24.5.2004 n. 9917), secondo il quale, in caso di cassazione con rinvio, la domanda di restituzione delle somme pagate in esecuzione della sentenza di appello cassata non costituisce domanda nuova, in quanto la ripetizione… Continua la lettura »

Ancora sul giudizio di rinvio dopo la cassazione della sentenza

Mirco Minardi

Va premesso che la soluzione delle questioni poste si ricollega alla natura del giudizio di rinvio, regolato dall’art. 394 c.p.c. (da leggersi unitamente all’art. 360 e soprattutto artt. 382 e 383 c.p.c.), “aperto” quanto all’attività del giudice di merito e “chiuso” quanto all’attività delle parti. I limiti dei poteri attribuiti al giudice di rinvio sono… Continua la lettura »

Ricorso per cassazione e giudizio di rinvio

Mirco Minardi

Il procedimento di rinvio è disciplinato dall’articolo 394 del codice di procedura civile. Innanzitutto, il primo comma stabilisce che in sede di rinvio si osservano le norme stabilite per il procedimento davanti al giudice al quale la corte ha rinviato la causa. Questo significa che occorrerà fare riferimento alle regole processuali stabilite per i procedimenti… Continua la lettura »