PCT: vademecum per la notifica telematica e la successiva iscrizione a ruolo telematica in una causa di sfratto

Mirco Minardi

Pubblico una mini guida relativa alla notifica telematica e alla successiva iscrizione a ruolo telematica (essendo il tribunale adito autorizzato ex art. 35 DM 44/2011).

Lo sfratto è stato convalidato nella contumacia della intimata.

 

FASE DI NOTIFICA

  1. Ho preparato l’intimazione di sfratto e l’ho salvata in formato pdf
    • Controllare sempre che sia copiabile
  2. Ho preparato la procura, l’ho stampata, l’ho fatta firmare al cliente, l’ho sottoscritta, l’ho scansionata e salvata in pdf
    • In questo caso non occorre che sia editabile
  3. Ho estratto l’indirizzo pec del conduttore dall’elenco pubblico INI-PEC
    • Trattandosi di s.a.s. avrei potuto consultare anche il registro delle imprese
  4. Ho preparato la relata di notificazione e l’ho salvata in pdf
  5. Ho firmato digitalmente i tre file
  6. Li ho allegati alla pec
  7. Ho inviato la pec
  8. Ho salvato in formato .msg la pec e in formato .eml le ricevute di accettazione e consegna
  9. Ho inviato a mezzo pec l’avviso ex art. 660 c.p.c.
    • Per scrupolo ho inviato l’avviso ex art. 660 anche con raccomandata cartacea che produrrò il giorno dell’udienza unitamente alla ricevuta di ritorno
  10. Ho salvato in formato .msg la pec e in formato .eml le ricevute di accettazione e consegna
  11. Ho fatto il pagamento telematico tramite le POSTE (facendo l’accesso da PST.GIUSTIZIA attraverso il mio c/c) ed ho scaricato il file pdf della ricevuta dello stesso

FASE DI ISCRIZIONE

  1. Ho generato una nuova busta
  2. Ho inserito come file principale il pdf dell’intimazione (in quanto il sistema che uso, prima dell’invio finale, chiede la firma anche dei file già firmati)
  3. Ho allegato la procura in pdf (per lo stesso motivo di cui sopra)
  4. Ho allegato la nota di iscrizione in pdf (costituita dalla NIR + ricevuta pagamento telematico, avendo il sistema rifiutato il file .xml del pagamento che ho scaricato dal pst.giustizia)
  5. Ho preparato l’indice dei documenti e l’ho allegato
  6. Ho allegato tutti i documenti con numerazione doc_1, doc_2, ecc., tra cui la relata di notificazione a mezzo pec, nonché i file .msg e .eml delle pec e delle ricevute (che ho firmato digitalmente trasformandoli in msg.p7m e eml.p7m, altrimenti non venivano accettati dal redattore)
  7. Ho allegato anche l’originale atto introduttivo firmato digitalmente e notificato a mezzo pec (qualora fosse contestato di non aver prodotto “l’originale” file inviato
  8. Ho firmato il file .xml, l’atto originale, la nota iscrizione e la procura.
  9. Ho inviato il tutto.
  10. Ho atteso le tre email e controllato che tutto fosse corretto.

Share
Mirco Minardi

Avvocato, direttore responsabile del blog per la formazione giuridica www.lexform.it. Relatore in convegni e seminari. Autore di numerosi articoli apparsi su riviste specializzate cartacee e telematiche e della monografia "Le insidie e i trabocchetti della fase di trattazione del processo”, ed. Lexform.


6 commenti:

  1. Feliciano Sebastiani

    Ottimo. ma avrei una domanda. Iscrivendo a ruolo in modo cartaceo, una volta convalidato lo sfratto, la cancelleria restituiva l’originale dell’intimazione con in calce la convalida munita di formula esecutiva. Se ne faceva una copia che veniva autenticata dall’Ufficiale Giudiziario per la notifica. Ora come si fa? Si chiedono 2 copie esecutive di intimazione e convalida direttamente alla cancelleria? Grazie mille

  2. Laura

    Buongiorno, per quanto riguarda invece la posizione dell’intimato che intendesse costituirsi in udienza e opporsi.. la comparsa di costituzione e risposta come andrà depositata? Grazie

  3. Matteo

    1) Non ho capito perché come “atto principale” della busta hai allegato il pdf non firmato anziché il pdf già firmato digitalmente allegato alla notifica PEC? Anche se il tuo redattore pct (come il mio) firma tutti i file già firmati che problema c’è? Allegando il pdf già firmato sarà semplicemente rifirmato… o no?

    2) Ti chiedo: nel caso di iscrizione cartacea dell’intimazione di sfratto contenente richiesta di ingiunzione, una volta emessa la convalida il cancelliere crea il sub-procedimento dell’ingiunzione. Cosa devo depositare per ottenere l’ingiunzione? Un ricorso per decreto ingiuntivo a seguito di convalida come atto principale del sub-procedimento?

  4. Mirco Minardi

    @Magnano: il post risale all’inizio del 2015. Oggi si può tranquillamente inserire il file della notifica come atto principale. Per il secondo quesito non saprei risponderti in quanto non mi è mai capitato

Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*