Il controricorso nel giudizio civile di Cassazione

Mirco Minardi

Alcuni punti da ricordare a proposito del controricorso in Cassazione:

  • La partecipazione al giudizio di Cassazione è meramente facoltativa; nessun pregiudizio subisce il resistente che non si costituisce
  • Per poter partecipare al contraddittorio il resistente deve notificare il controricorso entro i termini stabiliti
  • Solo il controricorso valido, tempestivo consente il deposito della memoria ex art. 378
  • Nel giudizio di Cassazione non si parla mai di contumacia, ma eventualmente di assenza
  • In mancanza di controricorso o in presenza di controricorso invalido il resistente potrà partecipare alla discussione orale
  • In assenza di controricorso, il resistente, per poter partecipare alla discussione, deve farsi rilasciare una procura ad hoc
  • In caso di controricorso invalido o tardivamente notificato, la procura speciale abilita alla discussione orale
  • La procura non va rilasciata in calce al ricorso notificato
  • Non è necessario indicare i fatti, essendo sufficiente l’allegazione contenuta nel ricorso
  • E’ invece necessario prendere posizione specifica sui motivi del ricorso principale
  • Il principio di autosufficienza si applica anche al controricorso semplice (senza cioè impugnazione incidentale)
  • E’ inammissibile un controricorso adesivo
  • Il controricorso va notificato entro 40 giorni dalla notifica del ricorso incidentale (salvo postergazioni dovute alle festività)
  • Il controricorso va notificato al domicilio eletto in Roma, all’indirizzo PEC indicato nel ricorso principale, oppure in Cancelleria
  • E’ competente anche l’U.G. del luogo in cui è stato pronunciato il provvedimento impugnato
  • Il controricorso deve essere notificato alla controparte, non potendosi considerare sufficiente il mero deposito presso la cancelleria (Cass. n. 25735/2014; Cass. n. 22928/2008).
  • È sufficiente la notifica di unica copia del controricorso nel domicilio eletto dai più ricorrenti presso il comune difensore (Cass. n. 16959/2007; Cass. n. 6916/1998).
  • In assenza di deposito il controricorso è inammissibile

Tutti i miei articoli sul ricorso per cassazione.

Hai bisogno di una mano? Contattami.


Share
Mirco Minardi

Avvocato, direttore responsabile del blog per la formazione giuridica www.lexform.it. Relatore in convegni e seminari. Autore di numerosi articoli apparsi su riviste specializzate cartacee e telematiche e della monografia "Le insidie e i trabocchetti della fase di trattazione del processo”, ed. Lexform.

Anche questi articoli potrebbero interessarti:


4 commenti:

  1. Fabiola

    Mi sorge un dubbio. Se il controricorrente depositasse la copia conforme cartacea di quanto notificato telematicamente al ricorrente, andrebbe a sanare la mancata attestazione di conformità da parte del ricorrente stesso?

  2. Cecio 1936

    Non sono riuscito a trovare nulla che mi pacifichi definitivamente: il controricorso per cassazione va notificato al solo ricorrente oppure anche a tutte le altre parti del giudizio di appello?




Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*