Domanda di addebito della separazione e ripetute violazioni dei doveri coniugali

Avv. Mirco Minardi
www.mircominardi.it

Il Tribunale di Roma ha accolto la domanda di addebito della separazione rivolta dalla moglie nei confronti del marito, per non aver mai ottemperato ai propri doveri familiari, occupandosi delle incombenze domestiche, provvedendo alle esigenze di sostentamento del nucleo, e per aver avuto nel corso della convivenza coniugale condotte ripetutamente violente nei confronti delle figlie e della moglie, esternatesi in aggressioni fisiche, espressioni scurrili ed offensive, scatti di rabbia incontrollata a fronte di motivi futili se non inesistenti, intolleranza nei confronti dei familiari, oltre, a completamento del quadro, ad essersi più volte allontanato dall’abitazione familiare per periodi prolungati senza più dare notizie di sé.

La prova, nel caso di specie, è stata raggiunta attraverso le sommarie informazioni rese dalle figlie.

Lo stato di disoccupazione del genitore inadempiente non ha impedito al Tribunale di condannarlo al pagamento di un assegno di mantenimento per le figlie di euro 200,00.

Tribunale Roma, sez. I 11/02/2011 n. 2899

MOTIVI DELLA DECISIONE

1. Non vi è contestazione sulla impossibilità di ricostituire il consorzio familiare. La elevata conflittualità che ha caratterizzato i rapporti tra le parti e la separazione protrattasi per tutta la durata del ...

Per leggere gli articoli di Lexform è necessario registrarsi. La registrazione è gratuita.

Una volta registrato potrai:

  • Leggere gli articoli;
  • Ricevere la newsletter;
  • Visualizzare video;
  • Ascoltare podcast;
  • Ricevere sconti sui prodotti.

Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

*