Il Manuale del contenzioso sulla trasparenza bancaria di Andrea Agnese

Mirco Minardi

manuale contenzioso trasparenza bancaria

Un avvocato civilista che si trovi per la prima volta ad affrontare una causa in materia bancaria difficilmente non proverà un senso di smarrimento, ciò sia per la vastità della materia, sia per il suo tecnicismo, sia per il panorama giurisprudenziale variegato e disorientante come non pochi.

Il Manuale del contenzioso sulla trasparenza bancaria scritto da Andrea Agnese è forse l’unico libro che consente di avere velocemente una visione d’insieme delle problematiche che si agitano. Si tratta di un volumetto di poco più di 200 pagine che non tradisce la funzione della collana in cui è inserito, cioè quello di essere uno strumento pratico.

I temi trattati sono quelli classici dell’anatocismo, dell’usura, delle commissioni bancarie, del tasso Floor, dell’accesso alla documentazione bancaria, della forma dei contratti bancari, del gioco delle valute, dello jus variandi e così via.

In poche ore, grazie a questo manuale, un avvocato a digiuno della materia può farsi un’idea di quelli che sono gli argomenti del contenzioso banca-cliente.

Il libro è scritto con linguaggio chiaro e arricchito da numerosi e preziosi riferimenti giurisprudenziali, come pure da richiami a decisioni dell’Arbitro bancario finanziario. Ovviamente non è – e non pretende essere – il libro definitivo, ma un punto di partenza per tutti coloro che debbano cimentarsi nel contenzioso bancario.

 


Share
Mirco Minardi

Avvocato, direttore responsabile del blog per la formazione giuridica www.lexform.it. Relatore in convegni e seminari. Autore di numerosi articoli apparsi su riviste specializzate cartacee e telematiche e della monografia "Le insidie e i trabocchetti della fase di trattazione del processo”, ed. Lexform.





Lascia un commento

  • (will not be published)

XHTML: Puoi usare questi tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*